L’emergenza sanitaria ha sottolineato in modo importante questo concetto: la digitalizzazione è un requisito indispensabile per tutte le aziende, grandi e piccole.

Senza l’acquisizione e implementazione delle necessarie tecnologie digitali, infatti, non solo è preclusa la crescita del business, è in serio rischio anche la permanenza sul mercato. E se nelle grandi aziende la dotazione tecnologica è nella maggior parte dei casi di medio o alto livello, per le PMI ci si trova spesso, ancora oggi, a utilizzare dei sistemi gestionali obsoleti, ad affidarsi a confusionarie tabelle Excel o persino a documenti cartacei, con tutti i rischi e tutte le minacce per il business che questi approcci possono rappresentare.

Analizzando la situazione di tante piccole e medie imprese italiane si scopre quindi che, non di rado, i percorsi di innovazione sono stati iniziati troppo timidamente, limitandosi al minimo imposto dalla legge. È bene però capire che la fatturazione elettronica è solamente il primo passo per la modernizzazione delle PMI, e che è necessario compiere tanti altri passaggi per poter sfruttare le tecnologie digitali al fine di far crescere il business.

Dematerializzazione e conservazione digitale nella PMI

Passi fondamentali dopo la fattura elettronica

Il presupposto fondamentale da cui partire è capire che le piccole e le medie aziende si trovano ad affrontare quotidianamente le medesime problematiche delle realtà più grandi.

I processi sono gli stessi, e per questo motivo è ingenuo e pericoloso pensare che la digitalizzazione – quella vera – sia una cosa che interessa le sole imprese di dimensioni importanti. Si pensi per esempio alla dematerializzazione documentale, così come è stata incentivata dall’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica.

Implementando questo processo le piccole imprese possono tagliare i costi di stampa, recuperare spazio prezioso eliminando gli archivi, nonché garantire l’accesso sicuro e veloce ai documenti aziendali da qualsiasi luogo e in qualunque momento. La conservazione digitale dei documenti permette inoltre di mantenere immutata nel tempo la qualità del documento, che viene conservato in modo assolutamente sicuro, senza di fatto alcun pericolo di danneggiamento o di perdita.

I vantaggi di un gestionale in cloud

Come anticipato, le piccole imprese affrontano regolarmente delle problematiche del tutto simili a quelle che si presentano quotidianamente alle grandi imprese.

Ecco quindi che, dovendo superare gli stessi ostacoli con minori risorse a disposizione, le realtà più contenute hanno bisogno di sistemi gestionali ricchi di funzionalità, continuamente aggiornati, ma allo stesso tempo flessibili e in grado di adattarsi alle peculiari esigenze dell’azienda.

Dalla contabilità, alla fatturazione elettronica, passando per la gestione del magazzino e delle vendite, gestione documentale e via dicendo, esistono software pensati apposta per le PMI che sono semplici e intuitivi, modulari e totalmente personalizzabili che consentono alle aziende di approcciarsi nella maniera più funzionale possibile al processo di trasformazione digitale attualmente in atto.